Bande di Bollinger e RSI: cosa sono e come funzionano?

Il trading online – per essere efficace – necessita di mettere a punto delle strategie. Tra le varie strategie opzioni binarie, per esempio, le bande di Bollinger associate all’ indicatore RSI sono le tecniche più affidabili che consentono investimenti in opzioni binarie con scadenza giornaliera. Le opzioni binarie con scadenze giornaliere consentono profitti compresi tra il 75% e l’85% del capitale investito, quindi è sufficiente investire anche una sola volta al giorno per ottenere dei guadagni. Le bande di Bollinger contribuiscono a realizzare guadagni elevati con un solo investimento giornaliero. A questa strategia se ne possono abbinare altre con lo scopo di differenziare gli investimenti e massimizzare gli introiti.

Le bande di Bollinger e l’oscillatore RSI

All’interno di un grafico complesso, dove compaiono anche le candele giapponesi, le bande di Bollinger si presentano come 3 linee che misurano diversi parametri, detti deviazioni:

  1. La linea centrale indica l’andamento del prezzo su un time frame (spazio temporale) medio (15-20 periodi);
  2. la linea in alto indica il prezzo rispetto alla media centrale e delinea una resistenza all’interno della quale è possibile registrare dei picchi massimi;
  3. la linea in basso indica un supporto entro il quale il prezzo potrà muoversi.candele giapponesi

Le bande di Bollinger sono, così, utilizzate per individuare i livelli di iper-comprato e di iper-venduto dei prezzi: quando il prezzo di un dato prodotto finanziario sottostante tocca la banda superiore significa che il prodotto è entrato in una zona di iper-comprato e che da lì a breve il prezzo potrebbe iniziare a calare; quando, invece il prodotto tocca la banda inferiore, il movimento dei prezzi tendere  invertire la tendenza verso il rialzo.

Alle bande di Bollinger si può aggiungere l’informazione fornita dall’oscillatore RSI che per definizione è utilizzato nelle analisi tecniche come uno degli oscillatori più significativi perché indica il trend dei prezzi in base a parametri stabiliti a priori e riferendosi ad un numero di periodi non definito. Il limite dell’oscillatore RSI è che non deve mai essere utilizzato come unico metodo di analisi, ma deve essere sempre verificato e validato da altri indicatori come appunto le Bande di Bollinger o le Medie Mobili o altri. In sostanza, l’oscillatore RSI serve a confermare le informazioni deducibili dalle bande di Bollinger con l’unica differenza che la sua media mobile oscilla tra due valori.

L’analisi di due indicatori offre un segnale più affidabile nelle scelte strategiche di compravendita e permettono di ottenere guadagni più certi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *